Il palco a Bresso

Milano si prepara al Grande Evento della visita di Benedetto XVI (ben tre giorni) e lo fa puntando innanzitutto alla sicurezza. Al di là di false misure (come quella del divieto di aprire porte e finestre al suo passaggio, mai annunciata dalle autorità) di certo il servizio d’ordine sarà imponente. Da mesi si svolgono in prefettura vertici di coordinamento e in prima linea ci sono il questore di Milano, Alessandro Marangoni e il prefetto Lombardi nominato commissario straordinario per l’Evento. Vertici cui hanno partecipato anche la Gendarmeria vaticana e uomini dell’Ispettorato della Polizia di Stato presso la Santa Sede.

Il giorno fatidico sta arrivando e lo Stato si prepara ad affrontare questa tre giorni con quindicimila uomini in campo di tutte le forze dell’ordine disponibili. Rinforzi arrivano anche da altre città italiane. A questi aggiungiamo un vero esercito di volontari, circa 6 mila o forse più. Tutti i percorsi previsti sono stati bonificati e tutti i tombini già sigillati dopo le opportune ispezioni del sottosuolo.

Fra i 15 mila uomini parecchi tiratori scelti che durante la visita sorveglieranno dai tetti sulla sicurezza, coadiuvati da ben quattro elicotteri che effettueranno un monitoraggio costante dall’alto.

Previsto l’arrivo a Milano di circa un milione e duecentomila fedeli, con circa 4 mila pullman che hanno fatto richiesta di stazionamento. Questa è la maggior fonte di preoccupazione delle autorità, sono previste anche manifestazioni che sono state autorizzate ma soltanto in luoghi ben distanti da quelli previsti per la visita.

Il programma della visita papale:

Venerdì 1 giugno, ore 17.00: l’aereo atterra a Milano Linate; 17.30: incontro con i fedeli in piazza Duomo; 19.30 concerto del maestro Daniel Baremboim in onore del pontefice al Teatro alla Scala.

Sabato 2 giugno, Messa privata in Arcivescovado, successivamente Benedetto XVI celebrerà l’Ora media in Duomo, pronunciando una sua “meditazione”, e venerando poi le reliquie del santo nello “scurolo” di San Carlo. Sempre nella mattinata, alle 11.15, è in programma l’incontro con i cresimandi nello stadio Meazza, a San Siro, col discorso del Papa e la recita dell’Angelus. Nel pomeriggio, alle 17.00, il Pontefice incontrerà le autorità, cui rivolgerà un discorso, nella Sala del Trono dell’Arcivescovado. L’ultimo impegno della giornata, con un altro intervento del Papa, sarà poi alle 20.30 la “Festa delle testimonianze” nel Parco di Bresso.

Domenica 3 giugno, alle 10.00, la grande Messa ancora nel Parco di Bresso, seguita dalla recita dell’Angelus.

Momenti conclusivi della visita saranno il pranzo con i cardinali, i vescovi e alcune famiglie nell’Arcivescovado, e il saluto alle 16.30 dei membri della Fondazione Famiglie 2012 e degli organizzatori.

La partenza da Milano Linate è prevista alle 17.30 con arrivo a Roma-Ciampino un’ora dopo.

Luigi Asero

Informazioni sull'autore

Mi piace ascoltare, non semplicemente sentire. Il dialogo non è "parlare" ma consentire alle anime di incontrarsi

Ti potrebbe piacere:

Se vuoi commentare sono qui, bastano rispetto ed educazione. Grazie... :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: