La Sicilia ha la sua “piccola Atlantide”, forse non ricca come si favoleggia fosse la mitica Atlantide, ma certamente altrettanto misteriosa se non altro perché poco attenzionata. A provare a colmare questa lacuna ci ha pensato Santi Maria Randazzo che dopo anni di studi approfonditi e ricerche ha pubblicato per i tipini della Mare Nostrum Edizioni il volume “Inessa. Città di Sicilia sacra e nobilissima”. Di questa città, presidio antecedente la città di Catania si trovano tracce negli antichi libri e Santi Maria Randazzo ha fatto un lavoro di ricerca che lo ha portato a convincersi che l’antica Aitna-Inessa sia sorta laddove oggi abbiamo il territorio di Motta Sant’Anastasia. Il 18 gennaio insieme all’Autore e al dottor Giovanni Fragalà, in qualità di relatore, abbiamo presentato per la prima volta il libro di Santi Maria Randazzo presso i locali della nostra sede. A seguire il video integrale della serata (leggi anche l’articolo di Vito Padula per il quotidiano online La Voce dell’Isola).

Dal canto mio, in veste di presidente dell’Istituto, posso dirvi che è certamente una lettura di grande interesse e spessore soprattutto per quanti hanno la curiosità di conoscere le vere origini della nostra terra e della Sicilia in genere. La storia infatti ci spiega qualcosa a partire dal periodo greco-romano (più o meno) ma la storia della popolazione siciliana (o forse sarebbe meglio dire delle popolazioni siciliane) risale a parecchi millenni indietro. Da lì prova a partire Santi Maria Randazzo. Buona visione e buona lettura. (Luigi Asero)

Informazioni sull'autore

Mi piace ascoltare, non semplicemente sentire. Il dialogo non è "parlare" ma consentire alle anime di incontrarsi

Ti potrebbe piacere:

Se vuoi commentare sono qui, bastano rispetto ed educazione. Grazie... :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: