• (+39) 392-5342487
  • luigiasero@aruba.it

24/09/2008 – Crisi d’astinenza

24/09/2008 – Crisi d’astinenza

Ho sempre sospettato che vendere pc potesse equivalere a spacciare sostanze stupefacenti, che il possessore di un pc -se improvvisamente privato del suo strumento o di parte di esso- possa esser preda di crisi che si possono definire “di astinenza”.

E questa volta ne ho la prova. E la prova sono io stesso.

Vi spiego brevemente. Come alcuni di voi sapranno qui a Catania possiedo un piccolo negozio di pc e relativa assistenza tecnica. Quel che ai più sfugge -e che spiega la mia assenza da blog e messenger- è che alla fine del mese di luglio ho traslocato la mia sede. Ma col trasloco è iniziata la mia personale odissea. Infatti mentre tutta la parte operativa si è svolta in circa quindici giorni così non è stato per il trasloco della linea telefonica e dell’ADSL. Faccio una premessa: per me è fondamentale che la linea non subisca variazioni al numero di rete fissa. Tenuto conto che il nuovo locale si sposta di circa 200 metri tecnicamente non ci sono ostacoli.

Peccato che trascorsi 57 giorni ancora io non abbia notizie relative all’allaccio della linea stessa. Così la sera scrivo sul mio bel foglio e pubblico poi post collegandomi da pc esterni, in fretta e furia.

Non sto nemmeno a raccontarvi quante telefonate abbia fatto al servizio clienti Tiscali, anzi fra tutte le operatrici contattate saluto la certamente bella e dolce Michela di Cagliari che ha avuto la sfortuna di beccare per ben 3 volte le mie telefonate. Abituato a parlare con operatori sempre diversi, dopo 3 volte mi sono quasi affezionato a lei che fra poco, al prossimo che mi risponde dal servizio tecnico evito di spiegargli il problema e chiederò semplicemente: “C’è Michela?”

Peraltro il mio negozio è un “piccolo bunker” e non è possibile neanche la connessione via cellulare o pc-card.

Visto a cosa porta la mancanza del pc o parte di esso? Manca l’ADSL e mi sono affezionato a una Michela di Cagliari che nemmeno conosco… Se qualcuno di voi la conoscesse è pregato anzi di farle leggere queste parole…

Ecco. Sintomi da crisi d’astinenza e vaneggiamenti vari.

Buona giornata a tutti.

Luigi Asero

Amando il dialogo non “sento” ciò che dicono le persone, ma le “ascolto”. Ho proprio voglia di rubare un po’ della vostra anima e cedervi parte della mia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: