Parole del 2004 nate dopo aver incrociato uno sguardo ormai perso da oltre un anno… sguardo che non mi riconobbe. Parole che andavano forse dette e non solo scritte. Scrivo “forse” perché a volte la vita ha suoi inestricabili percorsi che non comprenderemo mai a fondo.

O forse sì. Gli occhi suoi, per attraversare uno sguardo e cogliere almeno una briciola della sua bellissima Anima.

 

Guardare i tuoi occhi,

per vedere l’Infinito.

Osservare il tuo profilo,

per perdersi nel tuo sguardo.

Incrociare il tuo sguardo,

per rendersi conto

delle profondità del mare,

per sprofondare assieme

in un abisso di piacere.

O per gustare insieme

di ogni istante

che questa vita ci concede.

E sperare in una nuova alba,

da osservare, da ammirare

svegliandomi accanto a Te

Informazioni sull'autore

Mi piace ascoltare, non semplicemente sentire. Il dialogo non è "parlare" ma consentire alle anime di incontrarsi

Ti potrebbe piacere:

Se vuoi commentare sono qui, bastano rispetto ed educazione. Grazie... :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: