• (+39) 392-5342487
  • luigiasero@aruba.it

Vecchia Signora

Vecchia Signora

Era il 29 dicembre del 2004, lo tsumani nell’oceano Indiano aveva letteralmente spazzato via decine di migliaia di vittime. avrei voluto esser lì, poter aiutare. Invece il senso di assoluta impotenza prevaleva. Nacquero così queste tristi righe.

“Non ho molte parole per descrivere quel che sta succedendo in questi giorni. La natura ci mostra che non esiste omuncolo capace di far ciò, e ci ricorda che ciò che è, può non esserlo per sempre. Ci invita a godere di ogni istante che la vita ci concede, perché la vita stessa potrebbe cedere il passo a Qualcuno più forte. Sono le uniche parole che mi son venute di getto.
Tsunami nelle regioni asiatiche…”

Oggi purtroppo, sebbene non convinto di ripubblicarla, la pandemia di Covid19 (Coronavirus) mi riporta in mente quelle parole, di getto. Con immensa tristezza.

 

 

 

Arriva come sempre

puntuale al suo appuntamento,

arriva come sempre

forte e sicura,

arriva, arriva,

ancora una volta

fiera e certa,

“non sbaglierò, stà all’erta”

arriva ancora,

affascinante e sicura,

arriva ancora

affascinante e oscura.

Arriva di giorno,

arriva di notte,

arriva con la buona,

o con la cattiva sorte,

azzurra come il cielo,

verde come la speranza,

rossa come un tramonto,

nera come la notte.

Arriva, arriva,

eccola, è qua…

Non parlare, non chiedere,

per carità…

Arriva ancora,

di giorno o di notte,

ecco, è qua… Sua Signora…

…La Morte.

Luigi Asero

Amando il dialogo non “sento” ciò che dicono le persone, ma le “ascolto”. Ho proprio voglia di rubare un po’ della vostra anima e cedervi parte della mia

One thought on “Vecchia Signora

Luigi Donatello AseroPubblicato in data10:56 pm - Mar 20, 2020

In Svezia lo tsunami fu una sorta di tragedia nazionale, perchè moltissimi Svedesi si trovavano in vacanza in Thailandia quando il Paese fu investito dal maremoto.

Se vuoi commentare sono qui, bastano rispetto ed educazione. Grazie... :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: