• (+39) 380-1929568
  • luigiasero@aruba.it

Archivio dei tag Israele

La diplomazia litiga, la gente muore silenziosamente

Medio Oriente: Israele attacca Gaza, Hamas “no a dialogo”

Gaza-fuoco (Ap)Di Luigi Asero

L’offensiva di terra minacciata dalle forze israeliane è iniziata la scorsa notte. La tregua chiesta dall’Egitto è stata infatti respinta da Hamas e nella notte questa decisione ha letteralmente spianato la strada alle truppe di terra.

Lo scacchiere mediorientale si complica sempre più. Da un lato chi sostiene le ragioni degli uni, dall’altro chi sostiene le ragioni opposte. In mezzo civili e bambini cui viene tolta ogni speranza di vita e di futuro. Se è vero che gli uni combattono per il proprio territorio è vero anche che

Tel Aviv colpita, battaglia a Gaza

Tel Aviv è stata raggiunta oggi da un razzo Fajr5 (di produzione iraniana). Il lancio è stato rivendicato dalle Brigate al-Quds e sarebbe caduto a Holon, nella zona sud di Tel Aviv. Secondo fonti israeliane invece sarebbe finito in mare.

A Gaza ora è battaglia e Israele starebbe bombardando con forte intensità. La notizia data da alcuni attivisti è stata confermata dalla BBC che avrebbe sul posto un proprio corrispondente.

Hamas respinge ora ogni possibilità di tregua e si spinge a dire tramite un suo portavoce che “se l’aggressione di Israele continua è chiaro che le brigate al Qassam e Hamas attaccheranno gli israeliani, i soldati e i politici. Una pioggia di razzi si riverserà su di loro“.

E la gravità della situazione viene confermata da un portavoce dell’esercito israeliano che parla di 105 razzi intercettati, ma anche di 274 che avrebbero colpito Israele e precisando che 250 obbiettivi sono stati invece colpiti a Gaza dalle forze israeliane.

La violenta reazione palestinese segue l’uccisione, avvenuta ieri sera, di Ahmad al Jabari, uno dei capi di Hamas ucciso nel secondo giorno dell’operazione “Pillar of Defense” lanciata da Israele contro i gruppi terroristici della Striscia di Gaza. Sarebbero almeno 15 i palestinesi uccisi e 3 gli israeliani. Decine i feriti.

Israele ha già richiamato 30 mila riservisti.

Nella notte il presidente USA Barack Obama ha parlato con il leader israeliano Netanyahu e con quello egiziano Morsi per discutere dell’escalation di violenza. Il consiglio di Sicurezza dell’Onu si è riunito senza assumere però decisione alcuna.

Luigi Asero

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: