• (+39) 392-5342487
  • luigiasero@aruba.it

Amore: utopia o realtà…

Amore: utopia o realtà…

Si parla tanto dell’amore, forse troppo. Ognuno di noi prova a dare una descrizione, io per primo. Ma che descrizione può avere un sentimento?
Ognuno lo vive a modo suo, e se le singole sensazioni provate possono apparire simili, nulla esclude che fra ogni essere umano ci siano poi sostanziali differenze. L’amore è quello delle poesie, dello stare a coccolarsi l’un l’altro nei momenti di tenerezza, è vivere le angustie della persona amata facendole – in qualche maniera – proprie. È soffrire dei momenti di debolezza della persona amata, è soffrire dei propri momenti di debolezza nei confronti della persona amata.
È mille e più cose.
Amore può essere semplicemente vivere per la persona amata o vivere per sé stessi. Qualcuno mi dirà che quello è egoismo. Vero. Ma non è forse altrettanto vero che chi ama soprattutto sé stesso è una persona che, nell’incapacità di amare altri, finisce con l’amare soltanto sé stessa?
La realtà è che una vita senza amore, è una vita vuota. E credetemi: non credo assolutamente a chi, scottato da una storia finita male, dice che l’amore (quello vero, quello con la “a” maiuscola) non esiste. La realtà è solo che quell’amore provato, è stato così forte da provare poi un dolore troppo atroce nel vederlo sfumare. Ma è come dire che la vita è un bluff. Sarà vero, ma c’è. E bisogna viverla. Fuggire non serve a niente e a nessuno.
Tornerò a parlare meglio dei singoli aspetti dell’amore, almeno secondo il mio modesto punto di vista, nel frattempo però mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate… e amorevolmente vi saluto.
Luigi
Luigi Asero

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: